Category Archives: PENSIERI E PAROLE

Buon compleanno Samuele e Thomas

Il post di questa settimana lo dedico ai miei splendidi bimbi che il 28 Maggio hanno compiuto 8 anni! Ed io invecchio!!!!
Scherzi a parte!
Quest’anno, come lo scorso 2020, non ci è stato possibile festeggiare con i compagni di classe e con gli amichetti dell’asilo
(con i quali siamo tutt’ora in stretta amicizia) a causa delle normative anti Covid. A malincuore siamo passati direttamente allo step finale, ossia: consegna pensierini chiudi-festa.
Samuele e Thomas, che si preparano al loro compleanno con largo anticipo come fosse un calendario dell’avvento, desideravano comunque rendere partecipi i loro compagni della propria gioia per questo evento. Così ho studiato qualcosa che fosse facile da consegnare alle mamme fuori scuola (non si può introdurre ormai nulla in classe, se non per il proprio figlio) ma assolutamente utile e simpatico. Ho pensato quindi di realizzare un segnalibro, ormai i nostri bambini maneggiano testi adatti alla loro età.
Tale segnalibro avrebbe dovuto essere ispirato comunque alla nostra “non-festa” a tema, ossia: Spiderman (scelto da Samuele) e Miles Morales (Spiderman un nuovo universo, scelto da Thomas).
Dopo svariate immagini png, tutte bellissime, ho scelto le due che più si sarebbero adattate al progetto. Quindi ho arricchito il segnalibro con il logo “Spiederman” ripetuto sul retro, che lo rende anche più accattivante.
Ovviamente per questo lavoro ho dovuto affidarmi a Photoshop. Ma il programma non basta! Plastificarli con carta 120 gr li rende resistenti e rigidi!. Per finire, un nastro rosso nel centro completa il progetto, che adoro!
Nella confezione ho aggiunto un lecca-lecca ed una targhetta plastificata con la data della “festa” e l’immagine Spiderman-Parker per Samuele. Ho poi sigillato la confezione con una seconda e differente targhetta, sempre precedentemente elaborata con Photoshop, ma con il simbolo di Spiderman – Miles Morales e l’età dei bimbi.
Realizzare questo progetto è stato davvero gratificante perchè abbiamo avuto l’occasione di poter regalare un ricordo di questa giornata, anche se non c’è stata nessuna festa, rimane comunque una data indelebile per tutta la nostra famiglia!

LE TABELLINE DEGLI EROI

Non so voi, ma qui è iniziato da un pò il periodo “tabelline”. Inutile negare che le difficoltà non mancano, memorizzarle resta davvero difficile. Allora, ispirata da alcune creazioni sul web, ho creato queste tabelline Marvel per i miei bambini.
Ho utilizzato una base trovata su Pinterest, modificato con Photoshop il protagonista (Miles Morales per Thomas e Spiderman per Samuele), stampato su carta per fotocopie a gruppi da 4, plastificato con foglio plastificante 125 gr, ritagliato e unito il tutto con anello apribile.
Le sto trovando molto utili, non solo per ripetere le tabelline, ma anche per stimolare il loro interesse nel correggersi l’un l’altro quando le studiano.
Sono lieta di poterle dividere con voi, e vi allego qui di seguito il link al google drive dei files da stampare!
Buon lavoro ai nostri bimbi e sopratutto alle mamme!!
 
 

GIOCO DA TAVOLA AVENGERS

In questo ennesimo periodo di reclusione forzata, ho realizzato un gioco da tavola per i bambini.
Realizzarlo è stato molto semplice: ho scaricato da Pinterest uno schema bianco di “base gioco da tavola“, quindi vari personaggi pop up della Marvel in formato rigorosamente png (senza sfondi) da poter quindi ritagliare facilmente e con l’aiuto della plastilina, io ed i bimbi, abbiamo realizzato le basi rosse con le quali muovere le nostre pedine lungo il tabellone.
Al fine di rendere il gioco più accattivante, ho realizzato “le carte delle sfide” ossia delle azioni da compiere nel caso in cui la pedina finisse sulla casella “maschera Ironman“. Tali azioni vengono indicate dalle carte sulle quali sono rappresentati vari personaggi Avengers (sia buoni che cattivi). Le carte delle sfide contengono inoltre 4 carte speciali (rappresentate da 4 simboli Avengers) che consentono al giocatore di NON saltare un giro se capita sulla casella o pesca la carta che lo obbliga a farlo.
E’ stato un lavoro davvero “certosino” ma il risultato devo dire che mi ha entusiasmata molto.
Potete farlo anche voi, vi servirà solo una stampante a colori, una plastificatrice, forbici e se non familiarizzate troppo con Photoshop, non fa niente, potrete scrivere tutto a mano!
Ah, dimenticavo! Esiste un altro modo MOLTO PIU’ SEMPLICE!!!!
Contattarmi!!!
Vi inoltro tutto via email, lo faccio con il cuore!
Buon Week end a tutti!

Una big shot anche per me

Dopo anni di “tagliato e cucito a mano” alla fine sono stata travolta anche io dalla voglia di “Big Shot”.
Grazie a Nadia Violetta , amica storica di questo mondo artistico ( che in un freddo giorno di Febbraio mi ha inoltrato il link di una super offerta britannica sulla piattaforma Amazon) sono riuscita ad acquistare la fustellatrice ad un costo superscontato.
Arrivata completa di kit di inizio (starter kit) ho voluto subito provarla, dopo aver seguito alcuni video su you tube ed essermi consultata con Nadia sull’utilizzo con le diverse fustelle allegate.
Ho così realizzato i miei primi fustellati: due fiori in feltro 2 mm, una farfalla in feltro 1 mm e un fiore in gomma eva: decorazioni poi utilizzate per un manufatto che vi presenterò in seguito.
Da oggi, quindi, faccio parte anche io del mondo Big Shot. Ma una cosa lasciatevela dire: le idee, il fatto a mano su propri disegni o su disegni di cui non esiste fustella, quella è la mia passione e sarà difficile che io possa abbandonarla.
Dedicherò il fustellato a lavoretti Low Cost o decorazioni da applicare a lavori più complessi, magari in gomma eva il cui abbinamento col feltro apprezzo molto. Insomma, la Big Shot porterà qualcosa in più su AgoepannoElenci, ma senza togliere l’amore per il fatto a mano!
Ed ora…. facciamo il carico di fustelle, chissà che io non dia inizio anche allo scrapping cartaceo!!!!

Agosto che se ne va

Anche Agosto se ne va, portandosi via le vacanze di chi e’ riuscito a partire per le ferie malgrado le avversità dovute al Covid ed i giorni lunghissimi di chi invece, faticosamente, lo ha trascorso a casa, cercando refrigerio in piscina casalinga o di quartiere.
Questa stagione e’ stata particolare un po’ per tutti: voglio sperare, insieme a voi, che l’autunno porti notizie positive per contrastare il virus e farci tornare il più possibile alla normalità, se mai possibile. Per ora vi abbraccio e vi do il bentornati sulla mia pagina. Noi abbiamo lasciato le pietre ed il cuore al mare, ma l’ancora, trovata da mio figlio Thomas sul fondo dell’acqua, e’ venuta via con noi, a tutela del mare e dei nostri ricordi di questa straordinaria esperienza in Molise.
#vacanzeinitalia#

wp-1598779491788

GIRASOLI

Il Girasole, o Sunflower, il fiore più bello che ci sia. Ci fa pensare all’estate, alle vacanze. A me ricorda molto la mia giovinezza, quando nei luoghi di villeggiatura mi capitava di imbattermi in campi di spighe o campi di girasole. Restavo ammaliata a guardarli, affascinata, completamente rapita dalla loro meravigliosa eleganza e dolcezza. Per due anni di seguito li ho avuti nel mio giardino, li avevo piantati mesi prima e quando a Luglio sono esplosi in tutta la loro magnificenza, tutti i miei vicini furono catturati dalla loro bellezza. Ricordo di aver loro dato anche un nome. Il primo anno, quello della semina, ne ebbi ben 5: altissimi ed enormi. L’anno successivo, pur non avendo seminato il terreno, essi nacquero di nuovo, ma questa volta solo in due. Nell’estate del 2013, invece, nulla, nessun semino caduto nel terreno fu abbastanza forte da permettere una nuova nascita ma altri due girasoli erano entrati nella mia vita: Samuele e Thomas. La loro canzone preferita? “Sunflowers” di Post Malone (Spiderman Un Nuovo Universo).
Ma conoscete il significato dei girasoli? Io ho trovato una dolcissima leggenda on line, e ve la posto qui di seguito:
” Un giorno, in un grande giardino in mezzo a tanti fiori colorati, era nato un fiore davvero strano: brutto e storto. Tutti gli altri fiori dicevano che era il più brutto fiore fra tutti e nessuno voleva stargli vicino. Il povero fiore, triste e solo, soffriva, ma non si lamentava mai. Trascorreva le sue giornate a guardare il sole nel cielo. Gli piaceva così tanto il sole che, per cercare di avvicinarsi a lui, si era allungato molto. Quando il sole si spostava, anche il fiore lo seguiva girando la sua corolla. Un giorno il sole si accorse di quel fiore solo e triste che lo guardava sempre, decise di conoscerlo e gli si avvicinò. Dopo aver ascoltato la triste storia del fiore, il sole decise di aiutarlo e con i suoi raggi splendenti abbracciò il fiore, che si accese subito di un bel giallo vivo e sembrava essere quasi d’oro. Da quel giorno il fiore diventò il più alto e il più bel fiore fra tutti quelli del giardino. Diventati amici, il sole decise che meritava un nome speciale e così da quel giorno venne chiamato GIRASOLE.”
Racconto copiato da Amicinfiore

FESTA DEL PAPA’…INSOLITA

La festa del Papà, l’avevamo immaginata diversamente. Avevamo pensato ad un lavoretto fatto a scuola. I bambini che rientrano a casa con la loro bustina trasparente pieni di orgoglio per quel manufatto realizzato con tanto amore insieme alle maestre. Invece l’ Italia è ferma, immobile, col cuore in gola a sperare che tutto questo passi in fretta, che diventi solo un pensiero lontano da poter un giorno raccontare ai nostri ragazzi ormai adulti: “Ma ti ricordi quando non si andava a scuola e passavamo ore in casa guardando il cielo dalla finestra?”, “Si, mi ricordo, fu l’anno in cui abbiamo capito di non essere una penisola divisa tra Nord e Sud, ma una Nazione unita dalla forza di guardare oltre, quando ci siamo presi virtualmente per mano ed abbiamo continuato a camminare insieme”.
E proprio in questi giorni, trascorsi in casa, abbiamo pensato di intervallare i compiti quotidiani (rigorosamente la mattina, a mente fresca, almeno un paio di ore) con dei lavoretti semplici realizzati con ciò che avevamo in casa: un computer, la carta, la colla e tanto colore!
Mi sono affidata al sito Maestra Mary dove, oltre ad aver trovato utilissimo materiale didattico per arricchire i compiti già dati dalle maestre, ho scaricato un pensierino da fare insieme ai bambini in occasione della festa del papà.
Loro si sono divertiti moltissimo a ritagliare e colorare, ed io mi sono sentita un pò meno malinconica: per qualche ora non ci ho pensato più, per qualche ora, non ho guardato fuori dalla finestra chiedendomi “quando tutto questo finirà”.
Auguri a tutti i papà del mondo! Se siete a casa, approfittate di questo giorno per trascorrerlo completamente con i vostri bimbi, se invece siete i nostri “eroi” sul campo, costretti a lavorare malgrado il rischio del contagio, fate attenzione e ricordate che a casa c’e’ un bimbo che non vede l’ora di mostrarvi ciò che ha realizzato per voi!

Translate »