Category Archives: FESTE, RICORRENZE ED OCCASIONI SPECIALI

 UNA NOTTE DA PAURA

BRRRRRRRRR PRONTI PER LA NOTTE PIU’ TENEBROSA DELL’ANNO???

Anche per questo Halloween ho realizzato due secchielli porta dolcetti. Il primo molto simile a quello dello scorso anno (vedi qui ) mentre per il secondo ho scelto due simpatici pipistrelli su sfondo giallo!!! 

Molto capienti, unisex, e pronti da portar via!

UNA MANICURE IN FESTA


Per la festa della mamma ho realizzato un utile porta necessario per manicure.

L’idea l’ho avuta perche’ mia madre, quando e’ a casa mia, ogni tanto se ne va in giro chiedendo limette o forbicine per accorciare l’unghia spezzata. Sicche’ visto che potrebbe capitarle ovunque, pure in vacanza, ho realizzato questo utile accessorio da tenere in borsetta.

La lima squadrata e corta, mi ha permesso di cucire l’accessorio di una grandezza adeguata da tenere in borsa. Le forbicine restano bloccate grazie al nastro rosa (idea ricavata da un altro cartamodello di cui vi mostrero’ in futuro la creazione).

Cosi…tanti auguri mamma! Alla mia ed a tutte le mamme del mondo!

CONIGLIETTO PORTA OVETTI

Ci avviciniamo alla Pasqua! Quest’anno per le due classi dei miei gemellini, nonchè per il centro di logopedia da loro frequentato, ho realizzato un altro porta-ovetti a coniglietto, ma questa volta da tavolo a differenza del   “mio” che si può solo appendere).
Il cartamodello, molto gettonato, l’ho ricostruito seguendo un’idea presa da pinterest. Così, dopo un coniglietto realizzato da zero, ci dedichiamo ai tre piccoli contenitori che una volta posizionati in un simpatico piatto ovale, diventeranno una squisita ghiottoneria per grandi e piccini!

CONIGLIETTO PASQUALE PORTAOVETTI

Grandissima soddisfazione poter creare qualcosa dal nulla. Immaginare un’idea per poi vederla concretizzarsi pian piano punto dopo punto.
Quando la Bimamma di gemelli Laura (gia’ creatrice del gruppo Gemellitudine nonche’ blogger per The Pocket Mama) mi chiese di realizzare, per il suo sito, un tutorial pasquale, non avevo la benche’ minima idea di come far cConiglietto porta ovettiombaciare il feltro con la semplicita’. Io che infondo prendo tutto (o quasi) dal web ma che sul web si e’ visto gia di tutto (o quasi).
Cosi mi sono messa alla ricerca di una creazione prima di tutto facile ma che potesse essere realizzata sia cucendo che incollando, non dimenticando, quindi, le destinatarie del tutorial: mamme di gemelli o semplicemente mamme che potrebbero non sapere dove un ago stia di casa. Alla fine ho disegnato questo coniglietto, molto influenzata da idee, immagini e manufatti visti su pinterest ma nessuno davvero idoneo ai miei scopi!
Il mio primo Tutorial.
Lo trovate presso il blog di Laura, cliccando direttamente su questo link

Buon lavoro!

 

 

UN ONOMASTICO SPECIALE

19 Marzo 2017:
Buona festa del papà a tutti i papà:
biologici, adottivi, che ancora non lo sono ma che sognano di diventarlo presto e a coloro che lo saranno invece a breve e che, in questo momento, stanno immaginando il primo incontro con il proprio bimbo.
Però i miei auguri vanno anche a tutti i Giuseppe e Giuseppina che in questa giornata festeggiano il proprio onomastico.
Per mia mamma (che tutti chiamano Peppona, Peppa, Giusy o NonnaPina) ho realizzato un sacchetto in pannolenci contenente un gustoso trio di Ferrero Rocher. Ad accompagnare il ghiotto involucro colorato, un portachiavi a forma di iniziale e con coccinella portafortuna!
Auguri mamma! Buon Onomastico!

TANTI AUGURI PAPA’!

PREPARIAMOCI ALLA FESTA DEL PAPA’!!!

Felicissima di iniziare una nuova avventura: TUTORIAL.

L’idea mi è venuta grazie ad una bravissima Blogger che, di recente, mi ha contattata per chiedermi un semplice passo-passo da fare insieme ad i bambini in occasione della Pasqua.

Ovviamente non mi sono tirata indietro, anzi, dopo aver terminato il lavoro, ho immediatamente iniziato a prepararmi per il 19 Marzo, Festa del Papà.

Questo però più che un passo – passo, è una semplice spiegazione con cartamodello #disegnatodame# mischiando varie idee viste su internet (incredibile, ma su Pinterest questa volta non sono riuscita a trovare davvero niente!!!)

OCCORRENTE

Feltro giallo 3 mm, Feltro blu 3 mm, Feltro marrone 3 mm, pannolenci verde, stecco da spiedino, nastrini colorati, elementi decorativi a piacere (coccinelle, cuoricini, pietrine stickers), filo di da ricamo  blu o azzurro, filo da ricamo giallo, filo da ricamo marrone, colla a caldo, colla tipo Attak, sabbia o pietrine profumate (profumatori d’ambiente), pennarello verde per stoffa o filo da ricamo verde scuro

PROCEDIMENTO

  • Ricavare, dal feltro, tutti i pezzi secondo il cartamodello allegato;
  • iniziare con il cucire il vasetto: affiancare le due parti e cucire a punto festone i bordi per unirli;
  • Ottenuto il vasetto, cucire il bordo inferiore al disco di feltro marrone, che diventerà quindi la base del vaso;
  • Cucire a punto filza il nastrino decorativo intorno al bordo superiore, cercando di far combaciare il bordo superiore del nastrino con il bordo superiore del vaso sicchè da ricoprirlo del tutto;
  • Creare il fiocchetto con un secondo nastrino ed incollarlo con un goccio di colla a caldo. Attaccare eventuali altre decorazioni stickers al vaso servendosi della colla tipo Attak
  • Se si vuole creare anche il porta vaso: ricavare un disco di feltro poco più grande della base del vaso, ricavare una strisciolina di feltro non troppo larga ma lunga tanto quanto la circonferenza del dischetto appena creato. Incollare la strisciolina di feltro alla circonferenza del disco. Avrete ottenuto il vostro “piattino”
  • Incollare, con colla a caldo, uno strato di pannolenci verde allo stecco da spiedino (prima accorciatelo tanto quanto il vostro personale gusto). Se volete, potrete sostituire questo passaggio con degli “scovolini” verdi flessibili che potete reperire in qualche negozio di casalinghi (io li ho visti dai cinesi ad esempio)
  • Ora passiamo al realizzare la nostra margherita. Cucire le due parti a punto festone utilizzando il filo da ricamo blu o turchese. Poco prima di raggiungere la base, inserire il nostro stecco (o lo scovolino). Ora potete chiudere il fiore, accavallando il festone al pannolenci dello stecco sicchè non si sposterà più.
  • Cuciamo a punto filza, con filo da ricamo giallo, il cerchio portafoto. Quindi incolliamolo al centro del fiore con la colla a caldo, ma lasciando “libera” la parte superiore che servirà per inserire la foto (cercate di passare la colla lungo tutto il bordo esterno del cerchio, senza quindi incollare tutta la superficie: vi servirà spazio sufficiente per posizionare la foto);
  • Ora passiamo alle foglie: le venature  possono essere cucite a punto indietro con il filo da ricamo poco più scuro oppure con il pennarello per stoffa verde;
  • Servendoci della colla a caldo, fermiamo le prime due foglie nella parte posteriore del fiore, posizionandole con la venatura verso di voi;
  • Ora inseriamo lo stecco col fiore nel vasetto di feltro, prima però mettiamo della colla a caldo alla base interna del vaso per fissarlo meglio.
  • Piano piano versiamo la sabbia profumata o i sassolini colorati all’interno del vaso fino a raggiungere il margine superiore. Ora il nostro stecco non si dovrebbe muovere più.
  • A questo punto possiamo posizionare le altre due foglie, incollando i bordi rispettivamente a: lo stecco ed il bordo del vaso, per dare l’idea di una foglia piegata.
  • Incolliamo sempre con la colla a caldo, il vaso al nostro piattino sottovaso (se avete creato il sottovaso, altrimenti avrete terminato il lavoro).
  • Decorate il fiore con coccinelle o farfalline.
  • Inserite una foto del vostro bimbo e del suo papà all interno del portafoto (magari due primi piani poichè lo spazio a disposizione non è proprio grandissimo).
  • Passate un colpo di phon sull’intera creazione per eliminare eventuali segni lasciati con la penna cancellabile. Se volete potrete spruzzare un pò di lacca: gli darà un buon profumo.
  • Tutto è pronto per festeggiare il vostro papà! Non vi resta che incartare il regalo con del cellophane trasparente!

 

Auguri a tutti i papà!!!

L’ANCORA DELLA NOSTRA VITA

14 Febbraio – Festa degli Innamorati:

Innamorate del proprio marito, fidanzato, compagno
innamorati dei propri figli, dei propri genitori, della propria famiglia
innamorati del proprio cane, gatto, canarino
innamorati dell’amore e di come ci fa sentire quando proviamo questo immenso sentimento: distratti, col cuore leggero, sorridenti, pieni di speranze e di sogni.

Innamorati dell’amore insomma, attaccati a questa grande Ancora, che mantiene le nostre barchette ferme alla riva del mare. Ancora di salvezza, ancora di speranza. L’Ancora che ci sostiene anche quando temiamo di perderci nelle tempeste della nostra vita.

Auguri di Buon San Valentino.

Non riduciamo questo amore ad una scatola di Baci Perugina e una cena a lume di candela.

Amiamoci ogni giorno. Teniamoci stretti a quest’ Ancora ogni momento della nostra vita, apprezzandola ed avendone cura. Le ancore arrugginite… prima o poi cedono….

LANTERNA ROSSA

Questa lanterna nasce dopo l’ennesima lanterna passatami davanti gli occhi sotto natale nei vari siti di feltro. Questa così come la vedete in verità sarebbe il copia – incolla delle parti di una “fustella” (sorta di stampino che grazie ad una macchinetta chiamata “bigshot” ritaglia il feltro nel formato che la fustella indica, nel nostro caso nelle varie parti di questa lanterna). Ma io non possedendo la Bigshot ho stampato il modello e ritagliato tutto a mano. Assemblarla, è stato un vero dramma! Non tanto per le finestre laterali ma piuttosto per la base ed il tetto che risultavano sistematicamente sempre storte! Incolla e scolla almeno due volte, e per me che non sono per niente amante della colla a caldo (cucio praticamente tutto) è stato un pò complicato gestire sti fili di colla che si formavano di continuo. Alla fine non solo ne sono uscita vincitrice ma ne ho realizzate altre tre più piccine da regalare.

Così finalmente posso dire di aver realizzato anche una  laterna, e ne sono felice perchè sulla nostra cassapanca ha decorato moltissimo il natale!

Questo slideshow richiede JavaScript.

PAESAGGIO INNEVATO

Diciamoci la verita’: delle festività natalizie  cio’ che davvero piace sono i paesaggi innevati, con sullo sfondo casette dal tetto di legno adornate con centinaia di lucine colorate. 

L’atmosfera un po’da film americano, in cui si aspetta di prender posto  nella grande tavola imbandita e nel frattempo si chiacchera davanti al fuoco del camino, poco più in là il cane o il gatto accoccolati sul tappeto.

Ecco, questo e’ il Natale o il Capodanno che noi immaginiamo. Altro che caos da citta’, le corse all’ultimo regalo per la zia Teresa arrivata dal paese giusto due ore prima e tutti chiusi in appartamento: tv accesa in sottofondo, termosifoni a palla e il vicino poco tollerante che alla mezzanotte scoccata inizia a suonare il campanello chiedendo di abbassare la voce.

Così, mentre realizzavo questo centro tavola, ispirata dai bellissimi lavori di Assunta Avagnale e postati nel gruppo Pannolenci per Principiantipensavo proprio alle tante localita’ sciistiche che, malgrado la propria attrazione turistica, non perdono comunque il fascino di un Bianco Natale dove ritrovare la semplicità e la bellezza delle piccole cose: un gioco tra la neve, un  pupazzo in giardino, la discesa accanto casa da scivolarci giù con lo slittino rosso o il sacco dei rifiuti taglia condominiale e rigorosamente nero, in sottofondo la sempreverde canzone Last Christmas degli ormai indimenticabili Wham!

 

PALLINE NATALIZIE

Ed anche questo Natale e’ andato.  Le nostre palline personalizzate aumentano, siamo gia’ a quattro coppie! Sembra solo ieri che ebbi questa idea per poi scoprire che esisteva gia’:)

Quest’anno, a differenza dello scorso, nessun glitter rosso ma una semplice decorazione in pannolenci: strisciolina e fiocchetto.

Ed ora ci prepariamo al pranzo di Santo Stefano!

Auguri a tutti!

Translate »