Category Archives: BORSE BORSELLI E PORTA TUTTO

UNA BORSETTA SBARAZZINA

Dopo la prima realizzazione della simpatica OH YEAH  , ho voluto  ripetere l’impresa.

Questa volta ho utilizzato un cartamodello più semplice e sopratutto più piccino. Così basandomi su creazioni già fatte nel passato, ne ho disegnato un altro.
 
Per la seconda volta entra in scena della stoffa (la prima fu utilizzata per realizzare delle sacchette per le ciabattine da piscina). Mi sono aiutata con la macchina da cucire e devo dire che il risultato è stato abbastanza soddisfacente! Bordo e “canvas” della stessa fantasia accompagnano il giallo dei manici al fine di rendere questo grigio inverno un pò più colorato!!
 
Ci riproveremo in futuro e vediamo se il risultato sarà altrettanto simpatico!

 

BORSETTE FLOREALI

Borsette del mio cuor!!

Cercavo da tempo un modello abbastanza semplice da realizzare e che fosse indicato per delle bambine, quindi con ampio spazio frontale per essere decorato.

Finalmente l affannosa ricerca e’ finita ed ho potuto sbizzarrirmi con un cartamodello acquiatato insieme ad una rivista di hobby creativo..

Diversi colori, diverse decorazioni per un unico effetto grazioso e delicato.

Ne ho realizzate tre: grigia (un po’ piu’ lunga), viola e bitonalita’ di verde. Quest’ultima come regalo speciale da parte di tutta la classe di Thomas ad una sua amichetta, in occasione di una festa a sorpresa organizzata per il suo ritorno in Romania.

Molto soddisfatta di queste creazioni!! ❤❤

Casetta Porta Gomitoli

“Era una casa molto carina
Senza soffitto senza cucina
Non si poteva entrarci dentro
Perchè non c’era il pavimento
Non si poteva andare a letto
Perchè in quella casa non c’era il tetto
Non si poteva fare la pipì
Perchè non c’era vasino lì

Ma era bella, bella davvero
In via dei matti numero zero
Ma era bella, bella davvero
In via dei matti numero zero….” (www.sergioendrigo.it)

E niente… tutto cio’ che mi e’ venuto in mente mentre pensavo al testo per questa creazione: un simpatico contenitore dove riporre gomitoli di filo o di lana.
Ma ovviamente i suoi usi possono essere molteplici, ad esempio svuota tasche all’ingresso della propria casa o addirittura stravagante cestino da passeggio per bambina.
Insomma… dal cartamodello di una rivista ad utile PortaQuelloCheTiPare e’ un attimo

PORTAFOGLIO ETNICO

Dopo la realizzazione della borsa etnica avevo bisogno di un portafogli stesso stile. Questa volta un design classico a libretto con tasca per banconote e portamonete spazioso. Così sono partita da zero ed aiutandomi con qualche modello in ecopelle che avevo in casa, ho realizzato un cartamodello che più si avvicina alle mie esigenze. Nero e arancio per risaltare lo spirito etnico, 

Pienamente soddisfatta de risultato finale, lo abbino quasi sempre alla borsa di cui sopra.

BORSA ETNICA

C’ero una volta io che volevo per forza una borsa etnica.
Ma non avevo la più pallida idea di come è fatta una borsa etnica. Insomma, cominciavo bene. Allora ho fatto ciò che mi riesce meglio… ho improvvisato.
Grazie all’aiuto che mi aveva dato la mia amica creativa Nadia ViolettaCreazioni ho rielaborato il cartamodello della Borsa Fedele: allungandola e restringendola un pò.
Inizialmente i colori dovevano essere rosso e nero. Poi mi son sembrati un pò troppo calcistici e li ho modificati in marrone scuro e rosso chiaro. Con un risultato decisamente migliore.
Per la prima volta ho utilizzato dei ganci sia per la tracolla che per la chiusura, decisamente più comodi rispetto al bottoncino utilizzato per le altre borse.
L’interno è stato realizzato con del pannolenci arancio e viola. Tutti colori accesi per affrontare un inverno grigio – grigio.
Questa borsa mi piace tantissimo, è decisamente la mia preferita: comoda, rapida da aprire, dalla forma così “magrolina” (beata lei!!!) e abbastanza capiente. Mi dispiace solo che è quasi primavera, e dovrò riporla fino al prossimo inverno!

 

PORTAFOGLIO MARGHERITA

Qualcosa di cui innamorarsi ed essere pienamente orgogliosa??
Il Portafoglio Margherita.
L’idea originale era quella di creare un borsellino etnico ma con interno abbastanza spazioso da potervi contenere tutte le cosine che generalmente mettiamo noi donne nel portafogli.
Allora, riadattando un cartamodello trovato su Pinterest, ho creato lui.
Ha subito due modifiche: l’aggiunta dei lati neri e della margherita e l’aggiunta della prima taschina frontale dove riporre eventuali foglietti e cartine del supermercato. Sul fronte un grazioso cuoricino porta la scritta “fatto a mano col cuore”.
Il borsello ha due capienti tasconi per banconote e monete, un alloggio per tre carte, un altro alloggio per la patente e sulla chiusura un’altra comoda tasca per riporre scontrini o ricevute. In sostanza l ho realizzato come lo volevo io 🙂
Carpisa… spostati 🙂

PORTAFOGLIO COORDINATO

Per la prima volta ho creato un vero e proprio coordinato.

Il modello di questo borsellino però vi sembrerà sicuramente familiare. Infatti ho utilizzato la stessa idea del borsellino Cuori dei miei regali di natale. Piccolo e comodo da mettere nella borsetta ma di bell’effetto sicuramente. 

Per abbellire questo accessorio ho ripreso la sagoma del cagnolino già usata in precedenza, ma con l’aggiunta del cuore fustellato della mia amica Marianna Crea.

Insomma, che dire? Ero partita dal non sapere nemmeno come iniziare a cucire una borsa o un portafogli… per ritrovarmi quasi “ipnotizzata” dal desiderio di continuare a cucire questi meravigliosi accessori, che amo da impazzire!

Qualcosa mi dice che non saranno gli ultimi….

Questo slideshow richiede JavaScript.

OH YEAH….

Avete presente quando vedete qualcosa che inizialmente non vi piace ma che poi, a forza di incontrare iniziate ad apprezzarne le qualità?
Ecco è ciò che è accaduto a me con la borsa O BAG.
Non mi fa impazzire, forse per via del materiale che la fa apparire come un cestino per lo shopping di quelli che trovi in alcune profumerie.
Ma l’idea dei manici e della sacca interna intercambiabili la rende assolutamente accattivante. E diciamocelo che il punto di forza è sopratutto quello.
Ne ho viste di semplici senza bordo coordinato alla sacca e sono un pò scialbette. Proprio un cestino della spesa.
Così ho provato a realizzarne una in feltro e pannolenci.
Alla “scocca” grigia di feltro, ho abbinato la fascia e la sacca blu a pois in pannolenci (di quello speditomi dalla mia amicuzza creativa Marianna Crea e che ho BEN utilizzato). La scritta in gomma crepla è una chiara parodia dell’originale e che mi ha molto divertita realizzare, idem per il pendente.
Quando l’ho indossata per la prima volta, mi sentivo parecchio fuori luogo poichè sono abituata a borse più comode da portare, in genere tracolle, questo per via dei bambini. Ma devo ammettere che la mia nuova creazione mi ha particolarmente entusiasmata e visto che un accessorio simile mi mancava, posso diredi aver indovinato!
Entusiasta? OH YEAH!

Questo slideshow richiede JavaScript.

UNA BORSA FEDELE

Dopo la prima esperienza nel realizzare una borsa, ho voluto cimentarmi nella seconda ma dalla forma diversa, più tondeggiante, sicuramente più semplice e veloce da portare a termine. Con l’aiuto della mia amica creativa esperta del genere, Nadia Violetta Creazioni, ho disegnato questo cartamodello in due pezzi (fronte retro).

Materiale ovviamente feltro, che ben si presta a questi accessori, con decorazioni in pannolenci.

Più che per par-condicio (nella precedente avevo abbellito con due gattini) ma per amore verso i cani, ho dedicato questa borsetta (e relativo portafoglio coordinato) agli animali più fedeli del mondo. Sul fronte: una simpatica sagoma di un terrier (che ritroviamo anche come “ciondolo” penzolante) e l’impronta della zampa, che tante volte avrei voluto tatuarmi sulla spalla ma che poi non ho mai fatto. Non ancora almeno.

Appassionate di quadrupedi …. l’approvate?

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

BORSETTA ORSA

Era il primo invito ad un compleanno per Thomas da parte di una compagna di asilo, giusto a pochi giorni dall’inizio del primo anno della materna.

Non conoscendo la bimba e non sapendo nulla dei suoi gusti in fatto di giocattoli, ho preferito realizzare un oggetto che sorprende sempre le femminucce. Un accessorio che le fa contente e le rende anche un pochino fanatiche.

Per questa borsetta non mi sono ispirata a nessun cartamodello ma, seduta a tavolino, ho pensato a qualcosa di particolare ed unico lontano, da Frozen e da tutte le principesse Disney.

Realizzata in pannolenci doppio strato (al fine di renderla più morbidosa), ho decorato il fronte con una simpatica orsetta  ed il nome della bimba ricamato a punto indietro la cui lettera finale si conclude con un cuoricino, fustellato della mia amica Marianna Crea.

L’interno contiene una simpatica taschina per mettere un pettinino oppure uno specchietto. 

Da sempre amante dei ciondoli alle borse, ho aggiunto un doppio cuoricino.

Il risultato mi ha parecchio soddisfatta. Ed anche la piccola Marta è rimasta entusiasta!

 

Translate »