Category Archives: FELTRO E PANNOLENCI

LE ALI DEI BAMBINI … e chi insegna loro a volare

30 GIUGNO 2017: cosi finisce il nostro primo anno di asilo. Un anno ricco di emozioni e cose nuove, in cui abbiamo conosciuto delle maestre meravigliose. Da poco mi sono stati consegnati i faldoni con tutti i lavori svolti dai miei bimbi e con grande emozione ho sfogliato quelle pagine colorate con le lacrimucce negli occhi, pensando che mi sembra, di nuovo, solo ieri averli messi al mondo. Invece stanno crescendo.
Non potevo non realizzare un piccolo pensierino per le quattro educatrici che con impegno e passione hanno seguito il percorso dei gemelli, sostenendoli sin dall’inizio, malgrado la barriera del linguaggio non del tutto presente.
Il mio ringraziamento va anche alla cara Rita, la nostra maestra di nuoto, che dopo un anno trascorso in acqua ad insegnar loro come vincerne la paura, a settembre non ci sarà poichè super impegnata nel ruolo di neomamma della piccola Alice che verrà al mondo ad Agosto. Per lei, il portanotes, è assolutamente rosa.
Mille grazie, per l’arduo compito avuto in questo anno di scuola primaria e di sport. Grazie per aver sostenuto i nostri bimbi, con lo stesso amore col quale li sosteniamo noi ogni giorno….
Ci vediamo a Settembre…

(CREAZIONE E TESTO ISPIRATI DAL WEB: Fonte del Testo : da manufatto in legno decorato)

FELTER “BLOG” TRAIN

Anni fa seguivo molti blog di scrapping digitale. Bravissime creative mettevano a disposizione il proprio talento per regalare file PNG con i quali realizzare davvero bei progetti fotografici.

A volte capitava che si riunissero tutte insieme in un progetto chiamato “Blog Train” ed io mi divertivo a passare di sito in sito per prelevare il mio pacchetto di files con i quali decorare i miei album digitalI. Completate tutte le stazioni, avevo tutti gli elementi utili per realizzare un bel template con foto e scritte.

Credevo che non mi sarebbe mai più ricapitato di avventurarmi in un’iniziativa così simpatica. Fino a quando, nel gruppo Pannolenci e Feltro per Principianti, due nostre iscritte (Alessandra ed Ester ) non hanno pubblicato una creazione realizzata insieme, servendosi del social.

La frase che compariva per presentare il lavoro mi colpì molto: “… Insieme via Messenger abbiamo lavorato ad un portachiavi. Creare insieme ad un’ altra creativa esperienza unica. Grazie …. Così dovrebbe essere invece di litigare….” 

Ecco quel giorno stesso mi sono tornate alla mente le creative dello scrapping ed allora ho pensato “perchè no??? male che vada saremo 3!“… ed invece l’idea è piaciuta. Sicchè da un tema proposto (la Jungla) abbiamo dovuto aggiungerne un altro (creature marine) e schierarci o nell’uno o nell’altro. Io ho scelto il mare.

Vi presento il primo dei due fuori porta realizzato da questo grande gruppo di creative (esperte e principiati insieme) e per farvi conoscere le generose ragazze che hanno contribuito a formare i tanti vagoni del nostro treno in direzione mare

Il risultato di questo bellissimo lavoro è stato donato all’OSPEDALE PEDIATRICO BAMBINO GESU’ di SANTA MARINELLA (Roma).

Questo ospedale,  tra le altre cose, segue bambini in Psiconeurologia infantile. Purtroppo  e’ capitato di vedere situazioni davvero tristi durante le nostre presenze x la problematica del linguaggio dei miei gemelli.

Molto spesso sono bambini con ritardi non solo motori ma anche psichitici. A volte legati ad un problema genetico altre no.
Bambini che non parlano o non si muovono autonomamente. Faccio un day hospital l anno per seguire i nostri progressi e quando capita di Giovedi so gia cosa incontrerò.
Vorrei potervi dire che molti di quei casi avranno un lieto fine come x i miei figli ma non e’ sempre cosi.
Questa creazione le  dediche delle ragazze, non aiuteranno certo la scienza a compiere il miracolo… ma e’ un pezzettino dei nostri cuori che spera. Spera fortemente che nessun genitore nessun bimbo possa mai attraversare l inferno della grave disabilita’ . Ma e’ sicuramente una speranza vana…e allora non resta che aggrapparci alla fiducia che la medicina scavalchi l ignoto e trovi una cura per ogni Gene impazzito. Chissà magari proprio uno dei nostri, vostri bimbi sara’ lo scienziato ricercatore di tale soluzione. (Di sicuro non in Italia questo e’ certo).
Fino ad allora non resta che sperare.

Tutti a bordo allora! 

SI PARTE!

Le prossime stazioni da conoscere e che hanno contribuito a questi due progetti sono:

(cliccate sul nome e sarete indirizzati alle loro pagine creative):

 

FUORI PORTA  MARE

Ele Angius                   (sirenetta)

Rita Cosimo                (pesciolino a pois e tartarughina)

Federica D’Antoni       (sirenetto)

Azzurra Miky               (stella marina viola e coralli con alghe)

Silvia Reali                  (stella marina gialla e granchio rosso)

Armida Sgamma        (pesciolino arancio/giallo, razza, cavalluccio)

Alessandra Zarcone   (pesciolino azzurro e rosso)

Monia M. Tagesmutter  (coppia di polipetti)

TANTI AUGURI A VOI!

Anche quest’anno non poteva mancare il mitico “soffiacandelina”. 

In verita’ li abbiamo utilizzati in tre occasioni: la sera del compleanno, il giorno dopo all’asilo, per una merenda a base di crostata e con le ragazze del centro di logopedia per una colazione golosa. Invece alla festa con i compagni di asilo abbiamo scelto due torte classiche con i nostri eroi disegnati in gelatina.

Avevo proposto ai bimbi di smontare il soffia candelina, tenerci solo il pupazzo ed utilizzarlo magari come accessorio per lo zainetto ma per ora vogliono lasciarlo integro, nella speranza forse di riutilizzarlo a breve 😂😂😂😂😂

Casetta Porta Gomitoli

“Era una casa molto carina
Senza soffitto senza cucina
Non si poteva entrarci dentro
Perchè non c’era il pavimento
Non si poteva andare a letto
Perchè in quella casa non c’era il tetto
Non si poteva fare la pipì
Perchè non c’era vasino lì

Ma era bella, bella davvero
In via dei matti numero zero
Ma era bella, bella davvero
In via dei matti numero zero….” (www.sergioendrigo.it)

E niente… tutto cio’ che mi e’ venuto in mente mentre pensavo al testo per questa creazione: un simpatico contenitore dove riporre gomitoli di filo o di lana.
Ma ovviamente i suoi usi possono essere molteplici, ad esempio svuota tasche all’ingresso della propria casa o addirittura stravagante cestino da passeggio per bambina.
Insomma… dal cartamodello di una rivista ad utile PortaQuelloCheTiPare e’ un attimo

GLI AMICI TOPINI

Quanti bimbi mettono il proprio dentino sotto il cuscino e non vedono l’ora che il mattino arrivi per scoprire che il topolino lo ha sostituito con un bel soldino?  
Anche se sembra una filastrocca in rima, sappiamo benissimo che questa antica tradizione e’ dura a morire. 

Che sia la fatina dei denti o il topolino, noi genitori ricordiamo ancora con tenerezza quei risvegli pieni di speranza. 

E cosi nascono Dente e Ina, i simpatici amichetti di ogni bambino. Nella taschina magica  frontale si ripone il dente che al mattino si trasforma in un bellissimo soldino. Il loro posto e’ accanto al letto, magari sotto la lampada da notte, sicche’ possa accenderla e contare bene le monetine da donare! 

UN ACCESSORIO SBARAZZINO

Per il compleanno della piccola Ludovica, sei anni, un accessorio utilissimo a raccogliere i suoi numerosi cerchietti tanto amati.

La creazione, realizzata grazie al supporto di un cartamodello incluso in una nota rivista italiana, mi ha aiutata moltissimo nella scelta dei colori e nella delicatezza di tutto l insieme (fiore imbottito, taschino per elastici, foglioline per mollettine).

Ho apportato un paio di necessarie modifiche al fine di personalizzare un po’ il regalo: stelo piu’ lungo al fine di contenere piu’ cerchietti; diadema centrale che richiama un cerchietto specifico della bimba e per finire coccinella porta fortuna.

Auguri piccola Ludovica!

UNA MANICURE IN FESTA


Per la festa della mamma ho realizzato un utile porta necessario per manicure.

L’idea l’ho avuta perche’ mia madre, quando e’ a casa mia, ogni tanto se ne va in giro chiedendo limette o forbicine per accorciare l’unghia spezzata. Sicche’ visto che potrebbe capitarle ovunque, pure in vacanza, ho realizzato questo utile accessorio da tenere in borsetta.

La lima squadrata e corta, mi ha permesso di cucire l’accessorio di una grandezza adeguata da tenere in borsa. Le forbicine restano bloccate grazie al nastro rosa (idea ricavata da un altro cartamodello di cui vi mostrero’ in futuro la creazione).

Cosi…tanti auguri mamma! Alla mia ed a tutte le mamme del mondo!

LAVAGNA MAGNETICA

Col tempo poi ti accorgi se le tue creazioni sono utili cosi o se possono essere migliorate in qualche modo.

Partendo dal Calamitando, creato lo scorso anno ( link QUI ) e con il quale i gemelli giocano attaccando le formine pure sul frigo, ho pensato di aggiungere un elemento in piu’ che appassiona sopratutto Thomas: la lavagna magnetica. In verita’ non mi sarebbe mai venuto in mente se non ne avessi visto la “base” in un casalinghi. Sicche’ l ho acquistata ed ho modificato la vecchia lastra magnetica con questa che offre anche un supporto da disegno. Ho dovuto quindi aggiungere il portapenne per inserire il pratico pennarello con cancellino.

Idea riuscitissima. Utile per intrattenere i bambini magari nei viaggi in macchina.

NASCONDICAVI ELEGANTE

Niente di meglio che una bella scatola di scarpe da bambini per poter realizzare questo simpatico ed utile “nascondi cavi”.

Ormai siamo abituati a tenere sul comodino o sulla scrivania la classica “ciabatta” multiprese, Ma diciamocelo, è davvero bruttina da vedersi. Sicchè, ho pensato di seguire un’ idea vista e stravista on line, ossia, riciclare una scatola di scarpe.

Per questa creazione ho utilizzato il pannolenci, incollato direttamente sulla scatola, ed il feltro per abbellire i fori creati in precedenza. Sulla superficie qualche fustellato decorativo. In pochissimo tempo ecco una simpatica idea da regalare!

Translate »